Potafiori: Fiori, Cibo e Musica in zona Bocconi

Il nuovo locale a Milano concepito da Rosalba Piccinni, è un contenitore di colori e di profumi, una casa che accoglie, un luogo calmo, semplice e schietto, uno spazio per i fiori e per la musica, un bistrot con cucina.

Una location in Porta Venezia, ed una più nuova in zona Bocconi.

«Lo so, ridono tutti, ma non poteva che chiamarsi in questo modo, e per diversi motivi – spiega la “cantafiorista”, nota per le sue creazioni floreali, ma anche per le sue doti canore -. Chi mi conosce sa che non ho perso il senso ruspante che mi ha sempre contraddistinto e quindi “pota” è un termine che a volte intercalo nelle mie conversazioni. Ma pota – aggiunge la 44enne bergamasca – significa anche vaso di fiori, “pot a flower” in inglese, e quindi “Potafiori” vuole essere un raccoglitore di colori e profumi».

«Una casa che accoglie: ci sarà lo spazio per i fiori, ma anche per la musica, per suonare e cantare. Ci sarà anche la cucina, un vero e proprio bistrot ma senza smancerie: penso allo stile della mia cara amica Giuliana d’Ambrosio, per questo progetto prendo spunto da lei e non vedo l’ora di portare ai tavoli un cappuccino così come polenta e salame».

Lo spazio Potafiori è infatti un flower store, un lounge-caffetteria-bistrot e un laboratorio musicale. Così, tra alberi di banano, foglie di loto, fiori classici e inusuali (genziane, aglio, iperico), composizioni vegetali con corde, cortecce e candele, si fa colazione, si pranza, si cena e si ascolta (buona) musica.



Un open space in cemento naturale con un’ area dedicata al ristorante/caffetteria con ampie vetrate sull’esterno, un lounge café con comode sedute, divani ed un pianoforte che quasi quotidianamente viene suonato  con maestria.

Sono le piante ed i fiori però ad essere l’elemento distintivo di questo particolare locale; in esposizione, in vendita, posate per terra in eleganti vasi, o su mensole in esotiche composizioni. Tra un caffè ed un piattino gustoso si possono anche acquistare vetri ed una design collection di borse, grembiuli e agende realizzata in cotone o lino con disegni originali floreali di William Morris. Ai tavoli, la mise en place è made in Copenhagen e le sedie sono di Gio Ponti (le Leggerissime di Cassina).
Cucina regionale italiana e qualche proposta internazionale dello chef casertano Giorgio Bresciani. Dalla polentina croccante con porcini e fonduta di parmigiano al vitello cotto a bassa temperatura con salsa al curry, riso soffiato e verdurine al vapore. Inoltre, piatti veg e vegani.

Tutte le origini partenopee dello chef si percepiscono nella torta al cioccolato fondente (senza farina) con quenelle di ricotta di bufala e salsa di pere e cannella.
A rendere l’atmosfera ancor più unica e suggestiva, la voce magica di Rosalba, accompagnata talvolta da una chitarra.

E prima di lasciare questo luogo etereo, vi doneranno un piccolo bouquet personalizzato composto al momento.

Via Salasco 7, dal lunedì pomeriggio al sabato sera.

The ♥ ♣ Milan Bulletin Crew

 

Annunci

4 thoughts on “Potafiori: Fiori, Cibo e Musica in zona Bocconi

  1. Pingback: 99 motivi per sconfiggere l’apatia da lunedì | The Milan Bulletin

  2. Pingback: 99 MOTIVI PER SCONFIGGERE L’APATIA DA LUNEDÌ | The Milan Bulletin

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...